Blog

calcio adolescenti

Il calcio migliora l’autostima delle ragazze

Che ruolo gioca il calcio nella tua vita? Eh sì, lo sport fa parte della tua formazione e da sempre è un fattore di crescita umana ma anche il tipo di sport influenza il tuo carattere: lo dice la UEFA che ha svolto una ricerca sulle giocatrici di calcio giovani, dai 13 ai 17 anni e adulte, sopra i 18 anni e ha riscontrato, tra le ragazze che in età adolescenziale sono iscritte ad una squadra di calcio, una maggiore autostima, fiducia in se stesse, benessere e sviluppo delle capacità per risolvere le difficoltà della vita. Il calcio, proprio lui, quello sport da sempre considerato come parte dello stadio evolutivo del maschio italiano sarebbe la scelta ideale per le ragazze soprattutto nella fase adolescenziale quando la definizione del sè è fondamentale: è proprio la fase della vita giusta per sviluppare autostima e creare un proprio benessere emotivo.

Non solo, dalla ricerca emerge che gli effetti di giocare a calcio ed essere parte di un team per le ragazze abbiano ricadute anche al di là del gioco, nella scuola e nel lavoro. Lo studio ha dimostrato che le ragazze che giocano a calcio sviluppano tali caratteristiche in misura maggiore rispetto a quelle che non praticano nessuno sport e a quelle che praticano altri sport. 

Abbiamo parlato dell’efficacia dello sport contro il bullismo e dell’efficacia di riscatto dalla strada come accade in molte palestre di boxe, Kickboxing o combattimento ma non solo: i progetti di integrazione nella società attraverso le regole, il senso di appartenenza e l’etica dello sport sono sempre più diffusi sul territorio. Sapere che attraverso il calcio le ragazze possano superare l’imbarazzo, provare maggiore fiducia in se stesse e promuovere uno stato emozionale positivo è solo un tassello in più.

Giocare a calcio rafforza la personalità

Si chiama empowerment ed è un processo spesso associato alle ragazze e alle loro capacità di gestire problemi, pressioni a scuola e nella vita sociale, un antidoto al bullismo e veicolo di realizzazione dei propri obiettivi e desideri. La ricerca della UEFA si compone di varie fasi: analisi della letteratura già esistente, questionario quantitativo e questionario qualitativo.

I risultati dei questionari non lasciano molto spazio a dubbi: l’80% delle giovani calciatrici provano più fiducia in se stesse come risultato di giocare nel loro team; il 48% delle giovani calciatrici provano più fiducia in se stesse delle altre ragazze della lore età rispetto al 46% delle ragazze che giocano in altri sport; il 48% delle giovani calciatrici provano meno imbarazzo nella vita grazie al gioco del calcio.

Tra i fattori che influenzano questo processo di sviluppo ci sono: lo stile di coaching, le caratteristiche psicologiche individuali e in particolare la passione per questo sport. Alla domanda “Perchè pratichi lo sport del calcio” le risposte denotano sempre un atteggiamento di forte motivazione primaria, autonoma e intrinseca, in misura maggiore rispetto alle ragazze che praticano altri sport: “Gioco a calcio perchè mi piace”; “Gioco a calcio perchè lo amo”; “..perchè mi faccio nuovi amici”; “…perchè imparo nuove competenze”.

Insomma se volete ragazze realizzate e dalle idee chiare nel perseguire i propri obiettivi, iscrivetele ad una scuola calcio!

La scuola Calcio al Forum 

Per saperne di più su Sport e bullismo

Per saperne di più su Sport e integrazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa cookie.