Blog

Perchè mi alleno e non dimagrisco

Insomma quel numero sulla bilancia non rappresenta un simbolo cabalistico ma probabilmente una maggiore riserva di acqua nel tuo corpo e dunque può essere ingannevole.

Se il tuo obiettivo è perdere peso, che sia eliminare un po’ di pancetta o mettere in campo un piano più ambizioso di forma fisica, allenarsi e seguire una dieta ipocalorica, preferibilmente sotto il controllo di un nutrizionista, è la soluzione. Eppure ti è capitato di mettere in discussione questo proposito e non per mancanza di volontà ma perchè, in corso d’opera, ti sei accorto che il tuo peso, anzichè diminuire, in alcuni casi, restava stazionario mentre in altri addirittura aumentava.

Fermati un attimo allora e cerca di capire cosa sta succedendo al tuo corpo: la buona notizia è che, a dispetto delle apparenze, sei sulla strada giusta e devi perseverare, ammesso che tu stia seguendo la dieta in modo coerente senza bluffare. Sì perchè anche se stai facendo tutto il possibile, gli esperti ci dicono che è normale aumentare di peso all’inizio di un piano di dimagrimento (che comprenda attività fisica e dieta).

Per capire questa affermazione è necessario un rovesciamento di un luogo comune: il peso non equivale a grasso. Il tuo peso comprende: muscoli, acqua, tendini, ossa, legamenti, organi, grassi ecc quindi è certo che all’inizio di un piano di allenamento tu stai bruciando grassi ma la bilancia non segnala questa diminuzione perchè il peso è compensato da qualcos’ altro. Cosa? Principalmente glicogeno ma per capire meglio bisogna conoscere le fonti di energia del nostro corpo.

Fonti di energia muscolare

Quando facciamo attività fisica i nostri muscoli approvvigionano energia da due fonti di carburante: il glicogeno e i grassi. Il glicogeno è il carburante più immediatamente spendibile ed è composto da acqua e glucosio. Quando fai sport il tuo corpo prende il glucosio dai carboidrati che mangi, li combina con l’acqua e li immagazzina nei muscoli. Questo processo tende ad aumentare in modo improvviso quando cominci a fare attività fisica dopo un certo periodo di sedentarietà. In tal caso avviene un rapido cambiamento nel tuo corpo a cui l’organismo deve abituarsi e, per far fronte a questa “emergenza di riserva energetica”, a cui non è abituato, immagazzina più glucosio rispetto al solito.

Questo significa che l’aumento di peso deve essere attribuito alla maggiore quantità di acqua nel nostro organismo.

Lipidi vs liquidi: fluttuazioni di peso

Un’altra fantastica notizia è che le oscillazioni al ribasso del peso corporeo a cui tanto aspiri non sono determinate dal grasso: i lipidi infatti seguono un andamento di peso molto lineare quindi le oscillazioni di peso repentine più che riguardare la tua magrezza e i cambiamenti muscolari sono semplicemente perdita o assobimento maggiore di liquidi. Quindi, se hai appena cominciato o ricominciato a fare sport dopo tanto tempo non scoraggiarti se vedi l’asticella della bilancia immobile, calcificata, quasi dannatamente tatuata sul disco…. e per di più non farlo se tende addirittura a segnare qualche etto o chilo in più. Sta andando tutto secondo il previsto e se continuerai ad assumere il tuo intake di calorie ridotto (raccomandato dal nutrizionista) e a fare esercizio fisico, magicamente nel tempo vedrai i tuoi risultati e comincerai a dimagrire.

Dimagrire è un processo, aspetta 2-4 settimane

Se assumi il tuo importo calorico e fai sport dovrai aspettare circa 2-4 settimane prima di veder scendere il tuo peso: solo in questo caso stai davvero bruciando grassi, la bilancia lo segnala al momento opportuno e non andrai incontro all’effetto yo-yo! Infatti la perdita di peso è reale e consolidata a lungo termine.

Inoltre devi sempre considerare che ricominciare a fare attività fisica cambia la composizione del tuo corpo, la massa magra aumenta e più muscoli significa più forza, un aspetto più salutare ed attraente ma un aumento di peso, in un primo momento, dovuto alla massa muscolare che, come abbiamo visto, contiene glucosio combinato a molta acqua.

Insomma quel numero sulla bilancia non rappresenta un simbolo cabalistico ma probabilmente una maggiore riserva di acqua nel tuo corpo e dunque può essere ingannevole.

La motivazione va “allenata”

Essere consapevole che il dimagrimento non è un’operazione di make-up ma un processo è fondamentale per non scoraggiarsi, ma ci sono dei segnali molto più convincenti della bilancia che “allenano” la tua motivazione: sono altri marcatori di cambiamento come guardarti allo specchio e vederti più in forma con lo stesso abito, la forza, la fiducia, l’immagine corporea migliorata, la pressione sanguigna migliorata, lo stress ridotto, ecc.

Se migliorano per settimane e mesi, l’effetto “collaterale” sarà la perdita di peso. Tanto vale essere pazienti e fidarsi del processo. Il tuo corpo sta cambiando dall’interno verso l’esterno.

Comincia il tuo processo..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull'uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa cookie.