Blog

CARDIO - FITNESS

Guerra agli zuccheri con il cardio-fitness

Tapis roulant, cyclette, ellittiche, vogatori, step e ancora tanti attrezzi che popolano le meravigliose sale cardio, templi della tua forma fisica che promettono di modellare la tua silhouette: il magico mondo del cardio-fitness ha da sempre dichiarato guerra agli zuccheri perchè l’allenamento aerobico è un toccasana per ridurre la glicemia, il glucosio nel sangue e, in definitiva, per accelerare il dimagrimento.

Al supermercato o nella tua dispensa, la tabella degli zuccheri riluce in bella mostra ed è diventata lo spauracchio della tua dieta o del tuo programma fitness settimanale? Beh devi sapere che uno dei modi per bruciare gli zuccheri e le calorie insieme ai grassi in eccesso è l’allenamento aerobico o cardio – fitness. Non solo, uno degli effetti più importanti di questa azione è di consumare gli zuccheri nel sangue, abbassando i livelli di glicemia.

Prendiamo ad esempio la cyclette: quando lo sforzo aumenta, pedalata dopo pedalata, il metabolismo viene accelerato perché nel picco dello sforzo il nostro organismo utilizza i depositi di glicogeno che vengono idrolizzati a glucosio. L’attività cardio, se di intensità media ma prolungata, tende a bruciare prima le riserve di zucchero che sono immediatamente spendibili, il primo “motore” per attivare i muscoli e l’organismo durante l’attività fisica ed, immediatamente dopo, i grassi.

Esistono anche tipologie di allenamento, denominate low carb, cioè a basse riserve di carboidrati, indirizzate a bruciare i grassi più velocemente: prevedono un allenamento la mattina a stomaco vuoto quando il nostro organismo ha quasi azzerato tutte le riserve di zuccheri e quindi va a bruciare direttamente i lipidi. Anche se efficace come forma di dimagrimento non è adatto a tutti in quanto dovrebbe essere sempre autorizzato da un medico, per evitare bruschi cali energetici.

Perchè l’allenamento cardio è vantaggioso

  1. E’ adatto quasi a tutti, sicuramente di semplice esecuzione anche se è consigliabile praticarlo all’interno di una palestra con  l’ausilio e il controllo di un istruttore.
  2. Velocizza il metabolismo e fa dimagrire. Come? Occorre che l’attività fisica non solo sia di tipo aerobico (corsa, camminata), ma di intensità medio-elevata e soprattutto continuativa: è la continuità che esercita un’azione di modulazione metabolica. Necessario è anche affiancare un’alimentazione corretta che preservi la giusta composizione corporea tra componente muscolare e riserva adiposa. Il metabolismo infatti lavora anche insieme all’alimentazione: se introduciamo solo carboidrati in eccesso il metabolismo li trasformerà in grassi aumentando solo la massa grassa. Quindi sì alle corse a perdifiato sul tapis roulant ma occhio all’alimentazione per non vanificare gli sforzi aerobici!
  3. Previene e contribuisce a curare il diabete. L’effetto dell’attività fisica di tipo cardio sui diabetici è uno dei risvolti più importanti della guerra dichiarata ai zuccheri: 30-60 minuti di cyclette hanno riportato, su alcuni gruppi di pazienti diabetici risultati di abbassamento del tasso glicemico che, tra l’altro, sembrano migliorare se uniti all’elettrostimolazione. Dopo aver effettuato la bike, senza elettrostimolazione, la glicemia è scesa da 143 a 116, mentre praticandola insieme all’elettrostimolazione la variazione glicemica è stata da 154 a 119. L’effetto dell’attività cardio sulla prevenzione del diabete nonchè sulla terapia della malattia è persino triplo. Innanzitutto gli zuccheri nel sangue vengono consumati, poi i muscoli diventano più sensibili all’ormone insulina, permettendo di assumerne meno durante la terapia e si genera un’influenza positiva sullo stress, un fattore che tende a far aumentare la glicemia.

Tante le nostre attrezzature cardio!

Tanti i nostri corsi aerobici!

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa cookie.